Le nuove misure per ingresso nella Repubblica di Croazia in vigore fino al 15 agosto

Considerato un maggiore numero di turisti che arrivano nella Repubblica di Croazia attraverso tutti i valichi di frontiera, l’Unità della protezione civile della Repubblica di Croazia ha adottato le nuove misure volte a tutelare la salute e a prevenire la diffusione del coronavirus ai fini di rendere la Croazia un luogo sicuro in cui passare le vacanze. Vista la nuova decisione, i passeggeri provenienti dai paesi che appartengono alla categoria 1 devono esibire esito negativo di test PCR non più vecchio di 48 ore e devono sottoporsi a quarantena obbligatoria (autoisolamento), mentre i passeggeri provenienti dai paesi di categoria 2 devono esibire esito negativo di test PCR non più vecchio di 72 ore o un test antigenico non più vecchio di 48 ore, indipendentemente dal fatto se siano in possesso di certificazione attestante la vaccinazione o la guarigione dal Covid. Inclusi in quest’elenco sono Gran Bretagna, Russia e Cipro. Inoltre, è stata estesa la validità della certificazione attestante la vaccinazione o la guarigione dal Covid ed è quindi possibile entrare in Croazia se muniti dal certificato di avvenuta vaccinazione con entrambe le dosi di vaccino, o di aver superato la malattia, non più vecchio di 270 giorni. Secondo le precedenti condizioni, la certificazione aveva una validità di 210 giorni. Tutti i viaggiatori provenienti dai Paesi e/o Regioni dell’Unione europea e dell’area Schengen, possono attraversare le frontiere con Croazia, come inoltre vale per il resto dei Paesi europei, se in possesso di un certificato COVID digitale dell’UE.
Inoltre vengono limitati gli assembramenti e le riunioni pubbliche, innanzitutto sul territorio lungo il litorale adriatico: nella regione di Dubrovnik-Neretva, Spalato-Dalmata, Šibenik-Knin (Sebenico), Zara (Zadar), nella regione litoraneo-montana (Rijeka e d’intorni) nell’Istria e nelle città di Novalja, Senj e Karlobag. Le suddette misure restano in vigore fino al 15 agosto e gli assembramenti sono limitati a un numero massimo di 50 persone, salvo si tratti di assembramenti in cui partecipano le persone munite di un Certificato Covid.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

HIGHLIGHTS

Torna su