ACI Marina Dubrovnik ospitò la conferenza sul tema “Turismo nautico: Progressi e modernizzazione del turismo nautico croato”

ACI Marina Dubrovnik ospitò la conferenza sul tema “Turismo nautico: Progressi e modernizzazione del turismo nautico croato”

Al proprio fine della prosperosa stagione turistica si sono riuniti all’estremo sud della Croazia i leader croati del settore turistico e nautico per discutere nell’ACI Marina Dubrovnik i piani per il futuro e il potenziale del turismo nautico.  La conferenza, organizzata da ACI e dal quotidiano croato Slobodna Dalmacija, ha proposto i temi quali i trend e le sfide, ma anche le opportunità per il miglioramento dell’offerta. Nella conferenza ha parlato il ministro croato del turismo e dello sport Nikolina Brnjac, il direttore dell’Ente nazionale croato per il turismo Kristjan Staničić, il direttore dell’ACI Kristijan Pavić, la direttrice dell’amministrazione per la gestione degli enti turistici, della categorizzazione e degli affari legali presso il Ministero dello Sport e del Turismo Monika Udovičić, e Siniša Orlić, direttore del settore della gestione di sicurezza presso il Ministero del mare, dei trasporti e dell’infrastruttura della Croazia.

 

Il settore nautico si riprende prima

 

I partecipanti alla conferenza hanno valutato la situazione concludendo che la pandemia del covid-19 ha causato certi problemi nel settore nautico, ma la sua ripresa è molto più rapida rispetto a quella degli altri settori turistici. Parlando dei risultati raggiunti dall’intero sistema di ACI Marina, il direttore della società ACI contraddistingue due ambiti, quello del Nord Adriatico e quello intorno a Dubrovnik.

“Dato che Dubrovnik sia innanzitutto una destinazione raggiungibile con facilità in aereo, il settore nautico della regione di Dubrovnik ha sofferto il contraccolpo del Covid-19. I risultati che abbiamo raggiunto qui sono leggermente più bassi e la ripresa vi è molto più lenta rispetto al resto del sistema ACI.  Tuttavia, osservando il risultato complessivo che la società ACI ha raggiunto nei primi 9 mesi del corrente anno, e comparando il terzo trimestre del 2019 con lo stesso periodo del 2021, possiamo dire che abbiamo generato maggiori ricavi, anche se non abbiamo alzato i prezzi, poiché ci troviamo ancora nell’anno di pandemia di coronavirus.”, sottolineò Pavić.

 

Investimenti significativi in ACI Marina Dubrovnik

 

A Komolac è stata annunciata anche la ristrutturazione di ACI Marina Dubrovnik, uno dei più premiati porti turistici croati. Con tale ristrutturazione andrà rinnovata l’infrastruttura del porto turistico e allungata la riva di ulteriori 220 metri per fornire posti ormeggio per le navi di grandi dimensioni. Comunque, ogni ulteriore investimento o progresso dipenderà dalla proroga della concessione demaniale.

“La proroga della concessione rappresenta uno dei requisiti fondamentali per lo sviluppo dei porti turistici, perché tutti gli investimenti seri che noi vogliamo realizzare semplicemente non possono essere realizzati fino alla scadenza delle concessioni. Ma le cose si stanno svolgendo nella direzione positiva e non appena la decisione sarà presa, saremo pronti per i prossimi passi”, sottolineò il direttore Pavić.  

Nella conferenza è stato concluso che la sostenibilità deve essere la direzione fondamentale nello sviluppo del settore nautico, includendovi anche i benefici per le navi rispettose degli standard ambientali. Inoltre è necessario soddisfare i presupposti affinché il turismo nautico diventi un’attività esercitabile per l’intero anno, per cui sarebbe opportuno sviluppare le linee aeree garantite durante tutto l’anno e migliorare l’offerta dei servizi aggiuntivi per i diportisti.

 

Le foto: Tonći Plazibat / Cropix

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

HIGHLIGHTS

Torna su